Efficacia germicida dei raggi ultravioletti contro il Coronavirus ed altri patogeni

Numerosi studi sono stati prodotti negli ultimi decenni che dimostrano come i raggi ultravioletti di tipo C sono inequivocabilmente efficaci nell'abbattimento delle popolazioni di molti tipi di patogeni tra i quali i Coronavirus, dei quali il SARS-CoV-2 fa parte, come riportato anche dall'Agenzia Regionale di Sanità della Toscana in questo articolo.

Recenti studi mostrano come le dosi di radiazione UV-C necessarie per sterilizzare una superficie con Covid-19 al 99.9% siano approssimativamente di 3,7 mJ/cm2, concordemente a valori già noti per altre varianti di Coronavirus. Caratterizzazioni tecniche dello sterilizzatore HELO4 mostrano come la dose UV-C che questo è in grado di produrre sulle superifici possono raggiungere in condizioni ottimali anche i 1710 mJ/cm2, dose sufficiente a sterilizzare ben oltre il 99,99% dei Covid-19. Questa è da ritenere una dose ideale in quanto la distanza dalla fonte e l'orientamento dell'oggetto rispetto alla sorgente influiscono sulla dose raggiunta. Altre caratterizzazioni dello sterilizzatore mostrano come nelle condizioni peggiori (salvo superfici coperte ai raggi) la dose raggiunta è dell'ordine dei 3,7 mJ/cm2 citati, pertanto sufficiente a sterilizzare al 99,9% nelle condizioni peggiori di oggetti esposti e massimamente distanti dalla fonte. Si fa presente che per un'efficace sterilizzazione di tutti gli oggetti è opportuno che venga effettuato un ciclo di sterilizzazione ulteriore esponendo alla sorgete UV le facce che nel primo ciclo non siano risultate esposte.

Considerazioni analoghe possono essere fatte anche per varie altre categorie di patogeni, talune più o meno resistenti ai raggi UV-C. La potenza del LED è stata oculatamente scelta per garantire sia un efficace effetto sterilizzante sia per evitare un deperimento nel tempo delle caratteristiche dei materiali sottoposti a sterilizzazione.

Alcuni riferimenti:

Istituto Nazionale di Astrofisica

Bianco, A. (2020, June 5). UV-C irradiation is highly effective in inactivating and inhibiting SARS-CoV-2 replication. MedRxiv.

Duan SM, Zhao XS, Wen RF, Huang JJ, Pi GH, Zhang SX, Han J, Bi SL, Ruan L, Dong XP; SARS Research Team. Stability of SARS coronavirus in human specimens and environment and its sensitivity to heating and UV irradiation. Biomed Environ Sci. 2003 Sep;16(3):246-55. PMID: 14631830.

Heßling M, Hönes K, Vatter P, Lingenfelder C. Ultraviolet irradiation doses for coronavirus inactivation - review and analysis of coronavirus photoinactivation studies. GMS Hyg Infect Control. 2020 May 14;15:Doc08. doi: 10.3205/dgkh000343. PMID: 32547908; PMCID: PMC7273323.

Kariwa H, Fujii N, Takashima I. Inactivation of SARS coronavirus by means of povidone-iodine, physical conditions and chemical reagents. Dermatology. 2006;212 Suppl 1(Suppl 1):119-23. doi: 10.1159/000089211. PMID: 16490989; PMCID: PMC7179540.



Conformità CE